04/05/2020

La pandemia, nasce BtoB Talks

Solo tre mesi fa eravamo nel pieno dell’inverno: tempo uggioso e aria fredda che si alternavano a giornate luminose; un carnevale alle porte che, a seconda del rito romano o ambrosiano, abbiamo vissuto con più o meno ansia. Strade piene, progetti in corso, Milano e la Lombardia già in pre-fermento per il Salone del Mobile, l’occhio rivolto alla primavera e a tutte le promesse di sole, fiori e business che avevamo in mente.

Poi… i due turisti cinesi fermati a Roma perché positivi al Coronavirus (Coronavirus? Ma dalla Cina è giunto fino a qua?!?), arriva il paziente zero, Codogno – una sonnolenta città del Lodigiano – che occupa sempre più spazio nei servizi televisivi fino ad diventare assoluta protagonista quando per questa città viene stabilito il lockdown.

 

Lockdown?

 

Nell’inglese precario dei tre quarti della popolazione italiana, c’è voluta un po’ di pratica con l’argomento per capire bene di cosa si stesse parlando: tutti in casa, impossibilità di uscire di casa (e le libertà costituzionali che fine fanno? Ne varrà davvero la pena? Ma siamo sicuri di ciò che stanno facendo…?), saracinesche serrate, aziende ferme, negozi chiusi… ci è voluto tempo ed energia per capire davvero quanto stava accadendo, che cosa fosse l’epidemia che si stava espandendo, per poi, ancora più drammaticamente, diventare pandemia.

Fatto sta che così è accaduto e ognuno di noi ha dovuto fare i conti con la propria sensibilità, desideri, sogni, progetti, abitudini, e le imprese hanno dovuto fare i conti con l’impossibilità di essere tale: “impresa”, dicevamo – ovvero, attività economica, sinonimo di intraprendenza, proposizione, una definizione che si è sciolta alle brume dell’inverno che andava esaurendosi in favore della ricerca della sicurezza collettiva. Bene primario e indispensabile, certo, ma che ha messo a rischio praticamente quasi tutto il mondo, così come lo conoscevamo.

Sono passati quasi tre mesi, si diceva, mesi in cui sono successe cose che nemmeno mai avremmo potuto immaginare. Emergenze inaudite che hanno minato le nostre certezze, hanno messo in discussione presunte eccellenze e ci hanno fatto male, molto male: tante e troppe vite sono andate perdute.

Non ci sarebbe altro da dire, la pietà umana per chi ha sofferto e soffre contiene in sé tutte le parole. In questa vita sconvolta, però, c’è anche la vita delle attività umane, delle organizzazioni, dei progetti, delle aziende. Noi soprattutto a queste vogliamo guardare, a loro vogliamo dedicare la nostra attenzione e la nostra analisi, indagando, intervistando, approfondendo, spiegando.


BtoB Talks sono un luogo di confronto in cui parlare, ascoltare e ascoltarsi. L’uditorio a cui gli imprenditori che fanno parte dell’esperienza e della piattaforma di BtoB Awards propongono la propria esperienza e in cui, allo stesso tempo, cercano ispirazione.

BtoB Topics